Acquista a Sora​

Sora è situata a circa 300 m.s.m a ridosso dell'Appennino Centrale al confine tra Lazio e Abruzzo, alla confluenza della Valle Roveto con la Val Comino al cominciare della Valle del Liri. Il fiume Fibreno segna per un breve tratto il confine con il limitrofo comune di Isola del Liri.

Acquista nella Valle di Comino

La vasta Valle di Comino è uno dei comprensori più belli e rinomati dal punto di vista naturalistico dell'intera regione Lazio.

Il suo nome discende dalla città di "Cominium". A pochi minuti dai centri di Sora e Cassino i paesi della Valle di Comino garantiscono la giusta soluzione per chi vuole vivere in un equilibrio tra natura e città.

Tra il verde della collina di S. Stefano, su uno sprone calcareo, a dominio della valle del Melfa, sorge Atina, a 490 m.s.m., piccolo centro urbano di circa 5.000 abitanti, si estende con il suo territorio nella sezione meridionale della valle di Comino, alle falde del gruppo montuoso della Meta e delle Mainarde.

Alvito sorge ai piedi dell’Appennino, addossato ad una collina di circa 700 metri, in posizione panoramica. Parte del suo territorio montano rientra nel Parco nazionale dell’Abruzzo.

Il nome di Alvito deriva dal monte su cui sorge, chiamato in precedenza Albeto. Altri vorrebbero far derivare il nome olivetum, per sottolineare una caratteristica dell’agricoltura locale.

Da Gallinaro, nel centro geografico della valle di Comino, si gode la vista completa di tutta la vallata. Come cita Cicerone "ad poetam", Gallinaro deve il suo nome alla "Silva Gallinaria" e cioè la selva che si trova ad est del centro. Per secoli essa fu possedimento dell'Abbazia di Montecassino, poi dei conti d'Aquino e quindi entrò a far parte del regno di Napoli. 

San Donato Val di Comino è certamente il più suggestivo tra i centri del versante laziale del Parco Nazionale d'Abruzzo. La città contende ad Alvito l'identificazione con l'antica "Cominium". Il suo tessuto urbanistico è caratterizzato da scalinate, stradine strette e ripide, che si aprono in piazzette dominate da belle chiesa.  La parte più antica della città è caratterizzata dalla possente torre quadrata della rocca.

Picinisco è parte integrante del Parco Nazionale d'Abruzzo. I resti del castello che domina la cittadina risalgono al X° secolo e molto caratteristico è il centro storico del paese, con stradine e piazzette ben tenute ed affacciate sulla vallata con panorami eccezionali. Picinisco è punto di partenza per escursioni all'interno del Parco Nazionale ed al lago artificiale di Grottacampanaro. Molto frequentati i campi da sci di Prati di Mezzo, facilmente raggiungibili dal centro storico.

Il paese di Posta Fibreno si sviluppa sull'alto di un costone, da cui si apre un meraviglioso panorama sul bacino sottostante. Deve il suo nome al fatto che, trovandosi a metà strada tra Roma e Napoli, era il luogo di cambio dei cavalli utilizzati per recapitare la posta. Per proteggere il bellissimo lago è stata creata la Riserva Naturale. 

Vicalvi è un paese molto antico le cui origini sono testimoniate dai resti di mura poligonali e di costruzioni di epoca romana. Sin dall'antichità era diviso in due parti: la valle e il castello, congiunti da una strada che si snoda a serpentina ai fianchi della quale sorge il centro abitato. Piccolo centro abitato della provincia di Frosinone, Vicalvi è un paese dove il tempo sembra essersi fermato.

Nella conca della Valle di Comino, a 412 metri di altitudine, sorge Villa Latina, uno dei tredici comuni della valle. Luogo dell'antico "sterminato Sannio", estesa nella fertile conca della Valle di Comino, Villa Latina fu edificata intorno all'anno Mille col nome di Agnone, in una località che era già stata rifugio dei Sanniti scampati alla battaglia di Aquilonia vinta dai Romani nel 293 a.C. La denominazione attuale deriva probabilmente dall'espressione "villa dei Latini".

Please reload

  • w-facebook

Cercaci anche su facebook